Storia #17 – Vita di un infermiere di un reparto Covid

Emozioni, paure, preoccupazioni: la vita di un infermiere che cura malati di Covid giorno dopo giorno. "Un respiro profondo e mi dedico a loro"

Ciao sono Corrado,
infermiere di una struttura sanitaria pubblica in centro a Milano.
Questo periodo ha temporaneamente sconvolto la mia vita.
Il dover entrare in contatto, giornalmente, con persone sospette/confermate Covid mi ha costretto a prendere decisioni drastiche. Non vedere mia moglie e mio figlio per non so quanto tempo; tornare a vivere da solo per non rischiare di recare danno ad altri.
Esco di casa con la consapevolezza di sempre, quella di dover fare il mio lavoro nel miglior modo possibile, però ultimamente si è aggiunta un’altra componente: la paura. Non nascondo, che nonostante abbiamo a disposizione tutti i dispositivi di protezione individuale, vi è timore di contagiarsi, con tutte le possibili conseguenze del caso.
L’ aspetto lavorativo ha subito degli sconvolgimenti importanti, e se non sei forte mentalmente, rischi il tracollo.
Quando entro nella mia Unità Operativa faccio un respiro profondo e non penso ad altro che dedicarmi a loro, le persone del momento, i pazienti Covid. La presentazione, nelle forme più gravi, è sempre la stessa, ma non voglio scendere nel dettaglio della patologia. Quello che più mi inquieta è quello che potrà essere il loro decorso, l’evoluzione in positivo o in negativo della patologia, se potranno riabbracciare o meno i loro familiari. Sono momenti, istanti, che toccano nel profondo, e nonostante abbia sempre provato ad isolare il lavoro dalla mia vita privata, adesso no, non riesco!
Penso e ripenso ai loro occhi, alle loro richieste di aiuto, e capisco che tutto questo mi rimarrà dentro.
È tutto vero, è gente comune che avrebbe voluto proseguire serenamente la propria vita, ma che improvvisamente si è dovuta trovare a combattere con qualcosa che è più grande di loro, e che è più grande di noi.
Spero un giorno di poter raccontare a mio figlio quello che ho fatto, e trasmettergli il valore della vita come lo stanno facendo in questi giorni le persone che sto assistendo!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Altre storie

Condividi la tua Storia